Prestiti per Casalinghe

Prestiti per casalinghe: cosa sono e come richiederli

Il mondo del lavoro è in totale cambiamento, soprattutto in Italia. Non è inusuale trovare delle persone che perdono il lavoro o che semplicemente sono destinate a diventare casalinghe per i più disparati motivi. Ma in caso di necessità la casalinga può richiedere un prestito? La risposta è sì, anche se si devono verificare obbligatoriamente determinate condizioni.

Non è dunque semplicissimo, ma il mondo dei prestiti sta mettendo sempre più a disposizione diverse armi per poter richiedere un finanziamento senza busta paga. questo non vuol dire che non si avrà bisogno di una garanzia, anche perché l’istituto di credito vorrà sempre capire se ci sono le garanzie giuste per rientrare del prestito. Ecco dunque come poter fare per richiedere un prestito da casalinga.

Le tipologie di finanziamento destinate alle casalinghe

Ci sono diversi tipi di prestito per casalinghe, anche se ovviamente sono cifre ridotte. Le banche ultimamente stanno cercando di includere nei propri interessi anche chi non riesce ad arrivare a fine mese ma anche chi non ha una busta paga, ma ovviamente non si possono pretendere cifre astronomiche.

Non tutte le banche mettono a disposizione questo strumento, ma comunque si rientra nella sfera dei prestiti personali non finalizzati. In questo modo si avrà la possibilità di poter comprare un elettrodomestico, o comunque di destinare questi soldi alla cura della casa.

Non si ha dunque la richiesta della busta paga, ma potrà arrivare ad un tetto massimo di 3.000 euro. Esiste anche la carta di credito revolving, che viene appunto concessa come una normale carta di credito, ma anziché restituire il saldo si paga quest’ultimo con una rateizzazione della cifra.

Anche in questo caso non avremo un finanziamento elevato, ma si potrà comunque utilizzare il credito per poter comprare piccoli elettrodomestici indispensabili per la casa. In questo modo si riuscirà ad avere comunque un microcredito per una spesa importante.

Quali sono i migliori prestiti per casalinghe?

La carta di credito è sicuramente un metodo molto invitante ma spesso viene sconsigliata per un semplice motivo. Ci sono tassi di interesse molti alti e dunque non è assolutamente consigliato optare per una situazione del genere: infatti solo in caso di assoluta emergenza bisogna cercare questo metodo, per evitare tassi alti che potrebbero essere convenienti solo all’apparenza.

Sicuramente il prestito non finalizzato potrebbe essere un’ottima soluzione. Se però serve acquistare soltanto un elettrodomestico o qualcosa per la casa ci si può recare in negozio e stipulare un finanziamento con la catena di distribuzione: spesso ci sono dei tassi agevolati e delle super offerte in grado di poter bypassare la banca e la richiesta di un finanziamento.

Molti negozi hanno un consulente finanziario in grado di poter darvi i giusti consigli su come adoperare in queste situazioni. Questa soluzione potrebbe essere più immediata e potrebbe comunque giovare nella scelta.

Prestiti per casalinghe senza busta paga: ecco alcune alternative

Ci sono comunque altre due valide alternative per poter chiedere un prestito senza busta paga. La prima è quella di portare con se un garante. Basta una busta paga a garanzia del vostro status di una persona fidata che si assumerà le responsabilità in caso di mancanza di un pagatore.

Solo in questo modo la banca avrà la certezza che potrete pagare e vi darà il credito. Anche un eventuale status di buon pagatore da parte del richiedente renderà le cose molto più facili rispetto ad uno stato di protestato o di cattivo pagatore. In ultima istanza potrete sempre scegliere di poter chiedere un prestito su pegno.

In questo modo darete indietro un oggetto di valore (ad esempio un gioiello prezioso o un orologio) e potrete dunque accedere un finanziamento. In questo caso la banca diventerà proprietaria dell’oggetto e potrete dunque ricevere il prestito.

Con la mancanza di busta paga non è semplice richiedere un prestito, ma con le giuste armi si può ovviamente arrivare a chiedere il finanziamento per le proprie esigenze. Le alternative valide sono presenti anche in rete, dove vi sono tantissimi portali online dedicati all’argomento.